M'illumino di meno 2020

M’illumino di Meno è la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005: l’edizione 2020 è tornata venerdì 6 marzo e, quest’anno era dedicata ad aumentare gli alberi, le piante, il verde intorno a noi.

Gemini, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Predaia che da sempre sostiene l’iniziativa, approfittando dello spegnimento dell’illuminazione pubblica, ha predisposto i telescopi nella piazza del paese. Il buio era schiarito solo dalla luce riflessa della Luna illuminata all’80% che ci ha un po’ penalizzato sull’osservazione di molti oggetti del profondo cielo. M41 nel Cane Maggiore e M42 in Orione però non sono mancati ai nostri oculari così come molti particolari del nostro satellite naturale.

A questo evento, che si è svolto ovviamente all’aperto e in un ampio spazio ha aderito un discreto numero di persone. L’emergenza di questo periodo non dovrebbe creare situazioni di panico ma solo renderci più responsabili nell'attenerci alle regole imposte per cercare di arginare il problema e impedirne la massima diffusione. Ma c’è un altro aspetto che va contenuto e di cui ne va impedita la diffusione, ovvero la credenza che ci sia un collegamento tra l’epidemia che si sta diffondendo e le stelle.

Articoli o citazioni come questa: “Secondo l'astrologia, la diffusione del virus sarebbe determinato da uno 'stellium' di pianeti, tra cui Saturno Plutone e Giove, in Capricorno. La congiunzione si era verificata in altre pandemie della storia”, faremmo bene a non considerarle e a non sprecare il nostro tempo per leggerle. Lasciamole cadere nell’oblio dove è giusto che rimangano.

Cieli sereni!

kc

definitiva.jpgIMG-20200307-WA0002.jpgIMG-20200307-WA0003.jpgIMG-20200307-WA0009.jpgIMG-20200307-WA0011.jpgIMG-20200307-WA0012.jpgIMG-20200307-WA0015.jpgIMG-20200307-WA0016.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti